< Andava tutto troppo bene di  Martina Socrate (DeA)

Qui di seguito le recensioni di AndavaTutoTroppoBene raccolte col torneo 'nar' (tutte le fasi)

* * *

 

Sicuramente un romanzo leggero, poco impegnativo, ma comunque fresco e a tratti esilaranti: le (dis)avventure di Martina Socrate, stagista nella Milano da bere che non fa sconti a nessuno sono una favola contemporanea che potrebbe piacere ai più giovani, che si ritroveranno nelle citazioni e nelle descrizioni. Martina trova lavoro in un’agenzia pubblicitaria che sembra uscita da un film dello stile del Diavolo veste Prada, e tra geniali idee e qualche pasticcio trova (forse) la sua strada e l’Amore.

Veronica Zoccheddu

* * *

 

Una prosa scorrevole ma non semplicistica conduce ad una lettura leggera. La vita di alcuni giovani dei nostri giorni nella grande città che cercano se stessi e una dimensione personale, sociale, affettiva. Ricorda molto i romanzi di Sophie Kinsella; nulla di imperdibile, ma uno di quei libri che si possono leggere ogni tanto per provare un po’ di divertimento spensierato

Gianni Tomelleri

* * *

 

Ritengo inutile pubblicare libri di questo genere, non credo che neanche i giovani adulti debbano essere indotti a pensare che un raccontino simile sia annoverabile alla letteratura. Insulso, mi perdoni l’autrice. Ho faticato a leggerlo.

Mariaelena Corigliano Minniti

* * *

 

Romanzo leggero per giovani donne che vogliono sognare. La protagonista ricorda Bridget Jones, ma più tenace e simpatica. Il lieto fine con il principe azzurro è garantito.

Alessandra Lazzari

* * *

 

***
Circolo dei lettori
di Grottaferrata “Un libro al mese della biblioteca comunale”
coordinato da Lucia Zenobi e Cinzia Silvagni
***
Anche no! Non è che si può leggere tutto quello che si pubblica.


Francesca Del Giudice

* * *

 

Mi sono chiesta perché leggere questo libro? Non ho trovato risposte... sarà perché sono vecchia? No, è un libro che non dà niente e neanche buoni messaggi. Serve solo a far fare dei "sogni" alle ragazzine, ma vorrei dire: attente! La vita reale non è questa.

Roberta Baronciani

* * *

 

Un libro divertente che cambia scenari velocemente...la nostra Martina sembra essere in un frullatore.

Ticconi Elisa

* * *

 

Moderna favola per adolescenti, è un diritto sognare, sempre. Certo scritto in maniera molto semplicistica.


Zenobi Lucia