< Arazzo familiare di  Anna Cantagallo (Castelvecchi)

Qui di seguito le recensioni di ArazzoFamiliare raccolte col torneo 'nar' (tutte le fasi)

* * *

 

La scelta di seguire tre protagoniste mi ha convolto nella lettura, e il fatto che le storie siano legate tra loro permette di non perdere il filo passando da una all’altra. Ho anche trovato interessante confrontare il ruolo della donna nei tre momenti storici. La trama però non mi ha convinto del tutto, trovo che siano stati introdotti troppi personaggi ed eventi, di cui alcuni descritti in maniera superficiale

Irene Fissore

* * *

 

E’ il racconto di tre donne, nonna, madre e figlia, le cui vite si intrecciano attraverso le due guerre mondiali, i movimenti studenteschi del ’68 e i giorni nostri. Le figure femminili sono positive, mentre i personaggi maschili sono deboli e a tratti negativi. Il romanzo in alcuni punti è confuso e noioso ed il finale troppo romanzato e poco credibile. Si è comunque rivelata una lettura piacevole.

Alessandra Lazzari

* * *

 

Ho trovato difficile calarmi nel racconto inizialmente. I diversi periodi storici e la presenza di molteplici personaggi, tutti femminili, mi deconcentrava e sentivo il bisogno di tornare indietro per controllare nomi e date. Tuttavia, un po’ prima di pagina cento, i personaggi hanno iniziato a delinearsi in maniera più netta e, i diversi periodi storici a prendere forma, e la lettura è diventata più scorrevole. Inoltre, trovo i dialoghi adeguati ai contesti storici in cui avvengono di volta in volta. Per quanto riguarda i personaggi Marigiò è quello più riuscito, i suoi dialoghi, le sue descrizioni e la sua storia risultano, a mio parere, più fluidi e scorrevoli da leggere. Purtroppo, non sono riuscita a terminarlo ma, ricordo vividamente il punto in cui mi sono fermata e attendo con ansia di poterlo finire.

Mara Fasano

* * *

 

Storia familiare che si snoda lungo quasi un secolo che parla di 3 donne diverse ma a loro modo tutte e tre straordinarie. Piacevole e scorrevole

* * *

 

Come già scritto per il precedente libro, solitamente non leggo libri che hanno come argomento principale o sfondo e onestamente questo non sono riuscita a terminarlo...
Pesante e noioso per un mio gusto personale anche se ben scritto e strutturato.

Anna Arcagni

* * *

 

La storia di tre generazioni di donne così forti, indipendenti , ma con le loro fragilità è entrata da subito nel mio cuore.
Ben delineati i personaggi.
I salti temporali sono stati ben congegnati e non mi sono mai persa nella lettura.
Consigliatissimo.

Anna Politelli

* * *

 

Bella saga al femminile ( nonna,madre e figlia) che attraversa due guerre mondiali e le rivolte del ’68. Ogni storia viaggia autonomamente e pur essendo il libro appassionante questi tre piani di racconto ogni tanto ti fanno perdere il filo del romanzo.

Antonio Brina