< Cosmoril 16 di  Maddalena Antonini (TabulaFati)

Qui di seguito le recensioni di Cosmoril16 raccolte col torneo 'nar' (tutte le fasi)

* * *

 

Libro di fantascienza con visione di un futuro distopico ma tristemente non tanto irreale per il periodo storico che stiamo vivendo. Un futuro segnato dallo sfruttamento all’estremo delle risorse della terra, dal surriscaldamento del pianeta e dall’inquinamento, in cui gli esseri umani sono sostituiti dalle macchine con la loro I.A. Ho trovato i racconti originali, e coinvolgenti.

Francesca Morara

* * *

 

Sono micro racconti ben narrati, in grado di proiettarci con naturalezza nel futuro.
Ho trovato la raccolta fresca e giovane, piena di buoni spunti.
La lettura è agevole e piacevole.

Angela Ronchi

* * *

 

Piccoli racconti che presentano degli scenari plausibilissimi in un futuro non troppo lontano. Il tono ironico con cui l’Intelligenza Artificiale, la matematica quantistica e la domotica vengono rappresentati, rende meno preoccupanti gli effetti non solo positivi che questi hanno sulla società, rimandando il tutto ad una questione fantascientifica e quindi potenzialmente distante dalla realtà.

Paola Renzetti

* * *

 

Recensione I

Raccolta di storie ironiche e paradossali che mimano i racconti di fantascienza classici. Di facile lettura, lascia il lettore stupefatto a volte per la brusca conclusione delle storie.

Flavia Consolo

* * *

 

E’ un libro di racconti di fantascienza, brevi, concisi, legati in qualche modo ai problemi di oggi causati dal comportamento dell’uomo rispetto alla tecnologia e alla scienza. Spesso riguardano il rapporto uomo-macchina, il comportamento umano contrapposto al comportamento delle macchine umanizzate. Nel complesso il libro mi è piaciuto, anche se non sono in grado di valutare quanto ci sia di scienza reale nelle affermazioni scientifiche e quanta parte invece abbia la fantasia. Comunque si legge bene.

Paola Roselli nata a Milano

* * *

 

Mi sono piaciute moltissimo le prime due parti del libro contenenti racconti brevi basati su temi scientifici (meccanica quantistica) e di grande attualità (IA). Il libro può essere un degno avversario delle serie molto in voga nelle piattaforme streaming televisive.
Le micro storie non mi hanno esaltato. Troppo essenziali.

Francesco Nube

* * *

 

Raccolta di racconti per malati di fantascienza (come da indicazioni sulla quarta di copertina) divisa in quattro parti. “Fanta-quanta” che ci racconta dei paradossi della fisica quantistica, “fanta-tecno” sullo sviluppo delle tecnologia e le sue conseguenze, “fanta – fulmini” storie brevissime che regalano sorprese e colpi di scena e “fanta – società” con futuri distopici e particolare attenzione alla crisi climatica. Posologia: un racconto al giorno, a stomaco pieno

Stefania Bonacasa

* * *

 

Non mi è piaciuto ostico innovativo ma non ha suscitato interesse non credo che lo finirò

Ilia Gabrielli