< Cupido spostati di  Raffaella Mennoia (Vallardi)

Qui di seguito le recensioni di CupidoSpostati raccolte col torneo 'nar' (tutte le fasi)

* * *

 

Scrittura semplice e lineare.
La mancanza di incisività e di emozioni pulsanti ne fa una lettura poco coinvolgente e adatta ad un lettore non avvezzo alla profondità.

Lorena Petrucci

* * *

 

***
Gruppo di lettura
di Palmanova “Associazione culturale LiberMente”
coordinato da Maria Renata Sasso
***
Libro semplice nella lingua, nel contenuto e nell’impianto, che mostra al lettore quello che avviene dietro le quinte di un dating show e racconta, o meglio, cerca di raccontare come nasce l’amore tra due sconosciuti. Ma si ferma a descrivere i loro incontri e i loro sentimenti attraverso dialoghi piuttosto piatti e superficiali. un libro che ha come unico pregio - e per questo motivo l’ho scelto - di non avere alcuna pretesa e di lasciarsii leggere senza fatica.

Giuseppina Minchella

* * *

 

***
Circolo dei lettori
di Napoli "Libreria IoCiSto"
coordinato da Gigi Agnano
***
Cupido Spostati… quella virgola mancante non mi ha predisposto bene alla lettura. Forse un lettore giovane, meno esigente e meno rigido apprezzerebbe di più la narrazione scritta di Dame e Cavalieri, ossia la trasposizione su carta della ben nota trasmissione. Mancano le immagini, poi potrebbe venirne fuori un fotoromanzo ed anche ben riuscito.
Ciò premesso, il romanzo si lascia leggere, ci fa intravedere una normalità e l’esistenza di una svariata serie di stati d’animo ed emozioni dietro quella che è la costruzione di un palinsesto, considerato la quintessenza della televisione trash degli ultimi 20 anni. E se il romanzo non aggiunge né toglie nulla al panorama della letteratura, troverà di certo una fetta di pubblico che lo apprezzerà.

Maria Grazia de Dominicis

* * *

 

Un libro che tenta con pseudo analisi psicologiche di dare valore a uno dei tanti insulsi reality che affollano le emittenti televisive. Una storia banale con un finale altrettanto banale e scontato che si ravviva leggermente quando la”location “ si sposta nel canile senza però raggiungere l’intensità che la sofferenza degli animali avrebbe meritato. Tutto rimane in superficie, i sentimenti sono finti e patinati come in tutti i reality show.

Annamaria Vargiù

* * *

 

Un libro dovrebbe emozionare, divertire, diffondere contenuti di un certo valore culturale ma “CupidoSpostati” di Raffaella Mennoia non comunica niente di tutto ciò, esegue solo l’inutile compito di mettere per iscritto le diabetiche immagini e i dialoghi, per niente spontanei ed interessanti, di un programma che molti adolescenti e qualche adulto dalla bocca buona conoscono e seguono con passione. Io trovo che trasmissioni come Uomini e donne, a cui l’autrice fa riferimento, siano tra le più dannose e diseducative dell’intero panorama televisivo e non posso fare altro che esprimere un giudizio negativo.

Annamaria Montesano