< Dasvidania di  Nikolai Prestia (Marsilio)

Qui di seguito le recensioni di Dasvidania raccolte col torneo 'nar' (tutte le fasi)

* * *

 

Il piccolo protagonista ha avuto una storia intensa. Non sempre raccontata nel migliore dei modi ma comunque una storia piacevole da leggere.

Mary Sgandu

* * *

 

Coinvolgente. Mi piace lo stile. I paesaggi che si vedono sono per la maggior parte incolori (escludendo il campeggio estivo), ci portano dentro l’inverno russo, terribilmente freddo e lungo. Riprendono colore quando le speranze per il futuro di Kola si fanno più concrete. Molto forte la "lettera" alla madre, con ricordi di bambino e profondità di pensiero da adulto.

Aurelia Mutti

* * *

 

Sospeso fra racconto di formazione ed autentica elegia di un mondo lontano che non esiste più, se non nel ricordo dell’autore, il romanzo immerge il lettore in un contesto originale, dolce (ma anche duro alle volte) e affettuoso

Valentina Civa

* * *

 

Il libro mi è piaciuto perché l’analisi dell’adozione è stata fatta dal punto di vista del genitore maschile, il papà, con i suoi dubbi, le sue perplessità e comunque la sua voglia di interagire con la piccola Sarvari.
Il titolo è originale e le illustrazioni sono piacevoli.
È un libro commovente e l’autore è riuscito, in poche pagine, a trasmettere varie emozioni come la paura, la delusione, le debolezze, il senso di abbandono, l’amore e la voglia di mettersi in gioco.

Katia Mereu