< L’orchestra rubata di Hitler di  Silvia Montemurro (Salani)

Qui di seguito le recensioni di LOrchestraRubataDiHitler raccolte col torneo 'nar' (tutte le fasi)

* * *

 

Un libro scritto davvero bene, stile scorrevole, l’autrice dosa bene i momenti introspettivi e l’azione. Ambientato nella Germania nazista della seconda guerra mondiale ha per protagonista due donne, Elsa ed Adele, appartenenti a due fronti opposti, le cui vite si intrecceranno grazie alla musica.
Un libro assolutamente da leggere.

Enrico Zulli

* * *

 

Trama avvincente, protagoniste femminili uniche in un’atmosfera storica ricostruita alla perfezione.

Eleonora

* * *

 

Romanzo di una buona intensità, originale nella narrazione, che celebra in modo sincero e toccante la passione come dimensione del vivere accanto all’insopprimibile desiderio di libertà, di giustizia e di verità. Toccante e di grandissima attualità in questo tempo triste, in quest’epoca buia.

Luciano Proietti

* * *

 

La storia è interessante e all’inizio pure avvincente. Il finale mi è sembrato molto inverosimile, l’incontro tra la figlia e il padre, il matrimonio con il carceriere ..mah
Inoltre a pag. 296 credo, l’esclamazione "cazzo" nel 1945 mi è apparsa molto stonata.

silvia garaffoni

* * *

 

La narrazione della storia contenuta in questo libro scorre facilmente. Tuttavia sento la mancanza di un trasporto emotivo. Tutto sembra un po’ superficiale, quasi avvolto da un’aria da telenovela.

Elena Piccinin

* * *

 

Storia due amiche distanti ma vicine con l’anima. Ci si immedesima profondamente in loro, quasi vive quel periodo e si sente dentro ciò che potrebbero aver vissuto le protagoniste di questo meraviglioso libro.

Marissa Bezerra