< L’ultimo soldato di Mussolini di  Andrea Frediani (NewtonCompton)

Qui di seguito le recensioni di LUltimoSoldatoDiMussolini raccolte col torneo 'nar' (tutte le fasi)

* * *

 

Per quanto non ami i libri di guerra, L’ultimo soldato di Mussolini si è rivelato una gran bella scoperta. Appassionante e immersivo, ogni pagina ti fa venir voglia di continuare il racconto e scoprire come si evolverà la storia

Veronica Placido

* * *

 

Molto utile per conoscere la storia del nostro paese in maniera romanzata ma, per i miei gusti, troppo poco romanzata. Non è riuscito a coinvolgermi emotivamente. I personaggi emergono debolmente, l’atteggiamento un pò cronachistico.

Rolando Tomassi

* * *

 

Arrivati alla posfazione, apprendiamo che lo scrittore è uno storico, prima che romanziere.
Ciò ci conforta perchè durante tutta la lettura di questo testo interessante, con i suoi rimandi, i differimenti spaziali e temporali abbiamo percepito che l’autore possiede contezza del periodo di Salò, ma descrive l’esperienza senza il phatos del romanzo tragico che sarebbe adeguato al romanziere.

Sergio Di Giusto

* * *

 

Il conflitto è solo quello bellico descritto in modo retorico e banale. Non c’è traccia del conflitto interiore che l’autore presumibilmente aveva la presunzione di raccontare.

Edoardo de Ruggieri

* * *

 

Giusto o sbagliato, da una parte o dall’altra? Quando si è dovuto scegliere tra essere fascisti o partigiani c’é chi ha pensato di avere una via obbligata, per poi rendersi conto solo dopo del male che queste scelte si portano dietro e senza possibilità di essere cancellate. Un romanzo storico fedele che forse avrebbe tratto giovamento da qualche pagina in meno per ridurre il rischio che il lettore percepisca la storia come già sentita, seppure una storia da sentire infinite volte.

Silvia Giuliani