< P.S. Scrivimi sempre di  Laura Torrisi Sara Gazzini (Mondadori)

Qui di seguito le recensioni di PSScrivimiSempre raccolte col torneo 'sag' (sino alla fase T11. / semifinale)

* * *

 

Libro molto bello, coinvolgente nato dalla raccolta delle e-mail che si sono inviate le due amiche-scrittrici. E’ indirizzato alle donne poichè affronta con sincerità e sofferenza tutte le problematiche che le donne devono affrontare quotidianamente. Interessanti le riflessioni che le due scrittrici fanno sui loro comportamenti e l’importanza nel credere in se stesse. Si parla anche dell’endometriosi malattia ritenuta non-malattia fino a poco tempo fa dalla medicina-patriarcale. Da divulgare e pubblicizzare.

Maria Concetta Bianchi

* * *

 

Una lettura leggera e coinvolgente in cui il lettore partecipa all’intimità, al dolore, ai conflitti e alle gioie di due amiche che attraverso lo scambio di email si sostengono a vicenda durante la quarantena del COVID. Ogni e-mail ha una musica di sottofondo suggerita che conferisce al libro un colore speciale.

Renata Mele

* * *

 

Una conversazione e una corrispondenza tra amiche, molto leggero, scritto abbastanza bene. Non mi è sembrato niente di eccezionale.

Antonella Viggiani

* * *

 

Libro chiaro e semplice che si legge facilmente ma che personalmente non mi fa venire voglia di leggerlo tutto. Bella l’idea di riportare lo scambio di email ma non sempre queste invogliano alla lettura.

Silvia Lena

* * *

 

P. S. Scrivimi sempre
Le intenzioni erano ottime: un romanzo epistolare, la sorellanza amicale, il bilancio di una vita, sullo sfondo del lockdown. La realizzazione è pessima: la confessione diventa ostentazione, la nostalgia è solo una foto da condividere sui social, il sentimento sfocia nel sentimentalismo. Si prova quasi un senso di imbarazzo, quando il dolore, quello vero, provato dalle protagoniste, è soffocato da una densa ovatta di sciatteria linguistica e banalità emotiva.

Paolo Degli Esposti

* * *

 

Ps Scrivimi Sempre è un libro che attraverso la corrispondenza via mail tra due amiche racconta un periodo, quello del lockdown, che tutti conosciamo molto bene; l’isolamento ci ha fatto riflettere, ripensare e analizzare tante piccole cose della nostra vita a cui non avevamo il tempo di pensare.
Tramite queste email le due amiche si scambiano ricordi, opinioni, si fanno coraggio l’un l’altra, cercando di ovviare alla forzata distanza fisica.
Personalmente l’ho trovata una lettura estremamente leggera, a tratti quasi banale.

Beatrice Venturini

* * *

 

Il testo é uno scambio di mail quasi quotidiano tra due donne adulte con vite complicate e relazioni affettive a tratti disfunzionali. Il tono e lo stile è monotono e ripetitivo a tratti noioso. Non emerge una differenza tra le due protagoniste che a momenti si confondono ed é necessario rileggere il mittente per capire di chi si tratta. Unica nota positiva la playlist di canzoni .

Pasqua Taronna