< Stavo cercando te di  Roberta Damiata (Mondadori)

Qui di seguito le recensioni di StavoCercandoTe raccolte col torneo 'nar' (tutte le fasi)

* * *

 

Stavo cercando te, romanzo di Roberta Damiata, prequel della nota serie tv DayDreamer permette al lettore di entrare nell’inquieto universo di Can Divit, scoprendone segreti e ombre del passato che gli impediscono di provare un amore pieno e completo, a causa del dolore e della rabbia che lo tormentano. Nonostante il testo sia abbastanza scorrevole e piacevole come lettura, non si sposa con i miei gusti ed è per questo che non lo indico come libro preferito.

Gloria Scollo

* * *

 

Il libro si presenta scorrevole, di semplice lettura. Si configura quasi come un copione teatrale: i luoghi e la data posti all’inizio di ogni paragrafo scandiscono con precisione la “sceneggiatura” e vogliono localizzare in un preciso spazio d’azione i diversi eventi raccontati. Purtroppo però non tutti i potenziali lettori possono essere coinvolti nella lettura: nonostante il libro sia scritto chiaramente, sono presenti dei riferimenti comprensibili solo a chi ha già visto la serie tv turca; gli stessi riferimenti possono quindi rivelarsi intriganti e accattivanti soltanto per un pubblico di lettori appassionati e soprattutto conoscitori della storia di Can Divit.

Ivana Vermiglio

* * *

 

Le scrittura del libro è piacevole e scorrevole, con descrizioni di Istanbul che ne rendono vivida la bellezza.
Qualche pecca sulla trama che risulta spesso troppo prevedibile, con caratterizzazione dei personaggi un po’ scontata nella dicotomia buoni/cattivi senza sfumature più sfaccettate. Libro leggibile anche se non imperdibile, probabilmente condizionato da essere un prequel di una storia successiva

Paola

* * *

 

La storia ha il fascino esotico dell’ambientazione . Istanbul sullo sfondo , gioca un ruolo importante nel catturare una lettrice italiana come me, da sempre affascinata da quella città. L’andirivieni nel tempo confonde un pò le idee, ma da anche più movimento alla trama. Per il resto amori contrastati, amori immaturi, la prepotenza dei ricchi, la voglia di riscatto dei poveri, sono i soliti condimenti dei romanzi, cosiddetti "rosa", ma nel complesso mi è piaciuto.

PATRIZIA BRONZINO

* * *

 

A metà tra il romanzo di formazione e il romanzo rosa, Stavo Cercando Te è un testo che sicuramente porta il lettore dentro le vicende facendolo empatizzare da subito con il protagonista. Alla storia d’amore principale, quella che riguarda Can, corre parallela quella di un’altra ragazza imbrigliata anche lei nelle maglie di un amore impossibile. Ammetto di aver faticato a seguire il dipanarsi delle due vicende (che si sfiorano solo negli ultimi capitoli). Ma devo anche dire di aver scoperto solo alla fine che il romanzo in realtà è il prequel di una serie molto nota in Italia, soprattutto tra gli adolescenti. Forse chi conosce già i personaggi può seguire la storia con più agilità. Il testo è scorrevole, i personaggi ben caratterizzati. Ma c’è qualcosa nella trama che mi ha lasciata un po’ perplessa. Forse troppo banale laddove invece si mira al costante colpo di scena. La madre perfida che trama contro il figlio. L’amore giovanile per l’umile e bellissima serva. Tutti temi abbastanza abusati.

Antonella Ferrara

* * *

 

Stavo cercando te, romanzo di Roberta Damiata, prequel della nota serie tv DayDreamer permette al lettore di entrare nell’inquieto universo di Can Divit, scoprendone segreti e ombre del passato che gli impediscono di provare un amore pieno e completo, a causa del dolore e della rabbia che lo tormentano. Nonostante il testo sia abbastanza scorrevole e piacevole come lettura, non si sposa con i miei gusti ed è per questo che non lo indico come libro preferito.

Gloria Scollo