< Una giostra di duci e paladini di  Alberto Cassani (BaldiniCastoldi)

Qui di seguito le recensioni di Unagiostradiduciepaladini raccolte col torneo 'nar' (tutte le fasi)

* * *

 

Ho arrancato molto nella lettura e la mole di questo romanzo non ha certo aiutato.
Ho trovato diversi passaggi abbastanza prolissi ed hanno quindi contributo a rendere ancora più difficoltosa la lettura.

Ilaria gragnato

* * *

 

Le parole di Roversi sono un biglietto su un treno ad alta velocità che attraversa spazi e tempi di Enrico Redeschi, giornalista di cronaca nera, hacker nel tempo libero. Da Milano a Vienna, dal passato fino ad arrivare al suo futuro un uomo lo segue. Quanto può correre veloce la vendetta? Quanto lontano un uomo può scappare dai propri sensi di colpa? Redeschi con l’aiuto del Danese, uomo dalle mille risorse, un passato nebuloso e un’iguana come animale guida viaggia attraverso il suo passato e i conti in sospeso che mai possono essere così decisivi per il suo futuro. Nel mentre il giornalista collabora, retribuito a suon di notizie esclusive, con un affascinante poliziotto e cerca risposta a una rapina della Milano Bene, in cui quattro donne
mascherate da dive ripuliscono conti milionari. Un intreccio che corre liscio tra le strade di una Milano fredda e austera e un sole gelido e prezioso austriaco.

Jeannette Dal Fitto

* * *

 

Lento e chiuso su se stesso. Seppur chiaro lo sforzo di appassionare ed incuriosire, non è riuscito nell’intento.

gz