< Libri e lettori

Einstein Forever di Gabriella Greison
Bollati Boringhieri

 

***
Circolo dei lettori del torneo di Robinson
di Milano 2 “Lettori temerari”
coordinato da Patrizia Ferragina
***

 

(preferito) Ho trovato la lettura di Einstein Forever di Gabriella Greison molto piacevole. È raro, soprattutto in Italia, trovare un testo di natura scientifica in cui l’argomento viene trattato in modo così leggero ma nello stesso tempo con un contenuto rilevante e chiarificatore. Anche il modo in cui l’autrice parla della vita del grande genio della fisica è particolarmente accattivante; mi sembra che riesca a illustrare perfettamente l’atmosfera che si respirava nell’ambiente accademico in quegli anni a Princeton. Un libro divertente quanto la serie TV “The Big Bang Theory” o il film del 1994 “Genio per amore (I.Q.)” in cui la parte di Albert Einstein è interpretata da Walter Matthau.    

Patrizia Ferragina

***

(preferito) L’autrice, nota fisica, scrittrice, attrice, sceneggiatrice e soprattutto appassionata divulgatrice dedica quest’opera alla figura di Einstein nella seconda parte della sua vita quando, già famoso, fu accolto a Princeton ed ebbe modo di dedicarsi liberamente alle sue riflessioni sulle teorie scientifiche ma anche alle attività rivolte al sociale, alla pace e al suo violino. Lo spunto per i diversi capitoli, contrassegnati da simboli scientifici (a es. “c” oppure “e”), viene offerto dalle lettere che bambini di ogni nazione scrivevano al grande scienziato ottenendo immancabilmente brevi risposte. La Greison riprende le domande dei bambini e sviluppa risposte più ampie e approfondite sui vari aspetti della vita e delle opere di Einstein. Il lavoro è frutto di un’appassionata ricerca negli Stati Uniti dove tra archivi e interviste ha potuto ricostruire e far emergere non solo il genio della fisica ma anche un uomo eccentrico e anticonformista quanto impegnato. I vari capitoli riescono ad approfondire anche gli aspetti dell’immenso contributo scientifico dello scienziato, dai moti browniani all’effetto fotoelettrico, dalla relatività ristretta a quella generale mostrandone l’essenza, la validità e l’attualità con un linguaggio chiaro corretto e non specialistico ed è un buon esempio di letteratura divulgativa coinvolgente, adatta a tutti e capace di interessare anche i più giovani. Da segnalare una breve parte che sfata la leggenda che vedrebbe lo scienziato impegnato nella progettazione della bomba atomica, mentre di estremo interesse sono la sua amicizia e i rapporti anche controversi con Bohr e con Gödel, mentre è riproposto un episodio significativo della solidarietà espressa da Einstein a sostegno di Marie Curie vergognosamente attaccata dalla stampa francese alla vigilia della consegna del suo secondo premio Nobel. Alla fine di ogni capitolo, una breve appendice tratta il meraviglioso legame del fisico con la musica, una piccola sorpresa che arricchisce il tributo della Greison nel rendere sempre più umana la figura del grande genio.       

Giorgio Figini

***

Non è mai facile rendere accessibile a tutti il pensiero di un mito della storia umana come Albert Einstein: si tratta di un insaziabile curioso che con le sue leggi della fisica ha cambiato la nostra concezione della realtà, spendendo una vita intera a riflettere sul tempo, elaborandone una definizione nuova e stupefacente , senza tuttavia rinunciare alle sue passioni ( la musica, l’amore, l’amicizia) e alle piccole e grandi gioie della vita che amava  in tutte le sue manifestazioni. Personalmente la lettura mi è risultata difficile nelle parti dedicate alla fisica dove, lo confesso senza vergogna, mi sono persa immediatamente, ma mi è piaciuto come l'autrice ha parlato dell'uomo oltre che dello scienziato, del suo periodo americano e dei suoi interessi extra scientifici (la lotta per i diritti, il rigetto di ogni forma di pregiudizio e  discriminazione) Come non citare la bellissima lettera che Albert scrive a Marie Curie comunicandole tutta la sua stima e spingendola a non curarsi delle critiche moralistiche sulla sua vita sentimentale. Quello che ho scoperto con sommo gaudio è il  suo anticonformismo, il pensare fuori dagli schemi, il suo sconfinato amore per la libertà, di pensare ma anche di vestire e di pettinarsi ( o non), di amare, di scegliere…

Mariapia Salfati

***

(preferito) Divulgare le moderne teorie scientifiche, in particolare nel campo della fisica, è un compito importantissimo e molto difficile. Gabriella Greison lo affronta partendo dai protagonisti della rivoluzione novecentesca, dalla narrazione dei loro comportamenti umani e delle loro filosofie di vita. Questa volta il protagonista è Einstein, nei suoi anni “americani”. La Greison illustra il suo pensiero e la sua personalità fingendo di rispondere ad alcune domande formulate da bambini. Con l’occasione, oltre a manifestare ripetutamente la sua ammirazione per il genio e per le sue teorie, l’autrice tenta di illustrare per sommi capi alcuni aspetti della relatività generale e della fisica moderna. Il rischio di queste operazioni è quello di fornire spiegazioni troppo generiche o, sul versante opposto, troppo criptiche. La Greison sfiora più volte sia Scilla che Cariddi, ma tutto sommato, data la difficoltà della navigazione, trovo che il risultato sia apprezzabile. Interessante la ricerca sulle preferenze musicali.

Olga Varalli  

***

Einstein Forever di Gabriella Greison, dallo stile fruibile, riesce a rendere umanamente comprensibili pensieri e teorie di Einstein al grande pubblico. Meritevole l’elenco delle musiche ascoltate e suonate dal “genio”.

Giovanna Taffetani

(Porto Sant’Elpidio)

 

***
Circoli dei lettori del torneo di Robinson
di Sezza “Lettera Ventidue”
coordinato da Gabriella Tomei
***

 

 

Bello, scorrevole ma non leggero. Ottimo libro per conoscere la personalità di Einstein e la sua teoria sulla relatività. Interessante l’attenzione che si da alla musica. Personalmente non amo la chimica, ma in questo libro è di facile comprensione a tutti.

 

Anna Maria De Renzi

***

Gli aspetti della vita di Einstein si intrecciano con le sue idee e le sue scoperte, creando un continuo passaggio dal piano umano e pratico a quello teorico-scientifico e viceversa. Particolare la costruzione del libro: ogni capitolo ha origine da una domanda, da una curiosità, da una lettera indirizzata direttamente allo scienziato da bambini di ieri e di oggi. Le risposte a tali quesiti ci portano nel mondo di Einstein e ci guidano alla comprensione - non sempre facile - delle teorie per cui il grande scienziato è diventato celebre. Anche se la lettura non è sempre scorrevole e appassionante, questa biografia può catturare i lettori più curiosi.

Chiara Bianchetti

***

Gabriella Greison con questa biografia di Einstein offre a tutti i lettori, compresi quelli meno esperti di temi scientifici, la possibilità di avvicinarsi e conoscere da vicino una delle figure più carismatiche e popolari dello scorso secolo.

L’autrice, evidentemente spinta da una sconfinata ammirazione per Einstein e da una grande passione per la storia della scienza, documentandosi con grande accuratezza, ha saputo trovare il modo di trasmettere al lettore quale sia l’importante eredità del noto scienziato, utilizzando un escamotage originale e al tempo stesso efficacissimo.

Ogni capitolo è infatti l’immaginaria risposta alle lettere (reali) che negli anni alcuni bambini, da diversi angoli del pianeta, hanno inviato a Albert Einstein.

Così, con parole semplici e con il sottofondo musicale dei brani preferiti e suonati dallo stesso Einstein, Gabriella Greison sollecita la nostra curiosità, ci invita a comprendere i segreti della fisica e l’importanza del contributo che Einstein ha dato alla fisica moderna, i cui frutti si stanno ancora raccogliendo.

Anita Candrina

***

Il libro se pur concentrato su un periodo limitato della vita di Einstein ci regala un ritratto completo di ciò che è stato l'uomo ed il genio. Raccontando piccoli aneddoti partendo dal legame con i bambini di tutto il mondo l'autrice ha aggiunto qualcosa in più nella conoscenza del mito facendo immaginare al lettore di avere lui stesso la possibilità di dialogare con un genio che ci viene raccontato alla portata di tutti.

Maria Gabriella Tomei

***

Non è impresa semplice narrare la storia di una persona complessa come Einstein, c’è il rischio di essere noiosi o didascalici o seriosi. L’ autrice riesce nell’ impresa, la scrittura è minuziosa e lo stile raffinato. Il lettore si lascia prendere per mano e cammina per conoscere fino in fondo un uomo straordinario. E’ un viaggio agevole, la lettura piacevole con l’uso di un artificio: ad ogni inizio capitolo la lettera di un bambino come incipit di una ricerca complessa dello scienziato. Si delineano i contorni di una biografia scritta in chiave molto originale e moderna. Einstein è un genio, è un sognatore intento a risolvere le sorti dell’umanità con amore e assoluta dedizione. Libro consigliabile sebbene carente di un approfondimento riguardante la musica.

Maria Carlevale

***

Gran bella biografia che illustra e ci presenta l'uomo oltre che lo scienziato. Scrittura e narrazione scorrevole, incisiva e precisa.

L'autrice riesce a coinvolgere il lettore nei confronti di questo grande scienziato proprio per il suo grande rispetto e amore verso l'uomo che attraverso le sue parole si svela gradiente nella sua interezza intellettuale, morale, emotiva e sì a volte anche nella sua umana fragilità.

 

Elena Ottaviani

***

 

 

Il torneo letterario di Robinson è un'iniziativa curata da Giorgio Dell'Arti per conto di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.
L'iniziativa è riservata agli utenti maggiorenni. Per partecipare, registrati. Questo sito non usa cookies.
Dubbi, problemi: torneoletterariodirobinson@giorgiodellarti.com
Vedi anche Il Blog di Giorgio Dell'Arti su Repubblica.it