< Libri e lettori

Let them talk di Cesare Cremonini
Mondadori

 

***
Circolo dei lettori del torneo di Robinson
di Carpi “I ragazzi del Liceo Manfredo Fanti”
coordinato da Alda Barbi e Paola Borsari
***

 

 

Ho preferito questo libro perché racconta in una specie di flusso di coscienza le canzoni per lui più importanti e significative, non spiegando strofa per strofa cosa vuole andare a significare ogni singola parola ma racconta la sua storia, le sue emozioni prima di scrivere e di comporre ogni canzone, racconta gli alti e i bassi, i viaggi fisici e mentali che ha fatto durante le varie stesure, di come la sua vita abbia avuto dei momenti veramente difficili, come l’ictus del padre o la non accettazione del suo mestiere da parte della famiglia e di come quindi lui si sia sentito in dovere di far finta di non vedere e di mostrare sempre un sorriso per sostenere chi era più in difficoltà di lui. Io non sono mai stata una fan sfegatata di Cremonini, certo ho saputo apprezzare tantissime sue canzoni tra cui 50 special, famosissima tra i primi anni 2000 e gli ultimi del ‘90, oppure buon viaggio, la nuova stella di Broadway, poetica e qualcun'altra, insomma le più famose, tuttavia nel suo libro è riuscito a farmi ascoltare anche le canzoni a me più ignote e sconosciute solo leggendo le prime pagine di ogni canzone e penso che se non avessi mai letto il libro e avessi ascoltato ogni canzone non mi avrebbero trasmesso le stesse emozioni.

 

Giorgia Camarchio

***

 

È un libro molto bello, scritto da Cesare Cremonini, che, anche essendo di genere autobiografico, non proprio il mio genere, però è molto bello e mi è piaciuto molto.

Alessio Dugoni

***

una scrittura quasi confidenziale, Cremonini riesce a trasportarti tra i suoi pensieri e tra le vicende della sua vita, sin dalla sua giovinezza. Ci racconta il suo mondo fatto di poesia e musica, ma anche di successo e momenti difficili. E’ bellissimo come riesce a farci entrare addirittura nei suoi ragionamenti, e arriviamo insieme a lui alle conclusioni, a quello che lui capisce.

L’unica cosa che non sono riuscita ad apprezzare sono i discorsi lunghissimi.

Giulia Rastelli

***

 

 

Il torneo letterario di Robinson è un'iniziativa curata da Giorgio Dell'Arti per conto di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.
L'iniziativa è riservata agli utenti maggiorenni. Per partecipare, registrati. Questo sito non usa cookies.
Dubbi, problemi: torneoletterariodirobinson@giorgiodellarti.com
Vedi anche Il Blog di Giorgio Dell'Arti su Repubblica.it