< Libri e lettori

Pitagora. Il padre di tutti i teoremi di Umberto Bottazzini
Mulino

 

 

***
Circolo dei lettori del torneo di Robinson
di Civitavecchia “Le impertinenti”
coordinato da Sergio Cracolici
***

 

 

Leggendolo, il pensiero mi ha riportato sui banchi di scuola, alle Medie, alle prese con il Teorema di Pitagora. Nonostante siano passati più di 50 anni lo ricordo ancora a memoria. 

Mi ha quindi incuriosito leggere questo libro, il cui autore con un lungo racconto fatto di miti e storia, filosofia e geometria ci narra di Pitagora e del suo teorema. Teorema che ha affascinato matematici da Euclide a Guido Castelnuovo fino ad Einstein e oltre. Da leggere

Bianca Siotto

***

La matematica ha lo scopo di introdurre tra gli uomini, la visione delle cose che realmente sono, e li rende beati.

Pitagora, nato nel secolo definito miracoloso fu matematico, sciamano, mago e riformatore, politico, fisico emusico dell’antica Grecia. Vegetariano e sostenitore della reincarnazione pone all’uomo nuove prospettive.

Non ci ha lasciato alcun scritto ma molto e molti hanno scritto di lui.

Giocando con dei sassolini sulle spiagge della Magna Grecia i pitagorici avevano scoperto che la somma di due numeri triangolari consecutivi è un quadrato, che 2 è un numero femminile e 3 maschile, 6 il numero perfetto e 10 colui che contiene in sé tutta la natura dei numeri.

Il Teorema di Pitagora ancora oggi induce a ragionamenti profondi e la dimostrazione che ne darà Euclice è una meraviglia. 3, 5, 7 i numeri del Teorema: un triangolo e tre quadrati che a guardarli bene altro non sono che un mulino a vento. Forse lo stesso che incontrò Don Chisciotte.

Serena Santacroce

***

Il testo è scorrevole e soprattutto all’inizio di piacevole lettura; quando però ci si addentra nei problemi matematici e filosofici risulta più impegnativo anche se per me, che ho studiato filosofia all’università, è stato piacevole ricordare alcuni passaggi che avevo dimenticato.

Nonostante ciò ho trovato il testo difficoltoso per una lettura, è più consono ad uno

studioso o perlomeno ad una persona a cui piace la matematica ed i problemi geometrici in genere anche se poi si scopre che il teorema famoso serve a comprendere ben altro.

Emanuela Merla

***

Dopo un inizio ironico e piacevole si rivela essere un libro per gli addetti : esaustivo nella tesi che vuole dimostrare,ricco di richiami storici ma pur sempre rivolto ad un pubblico selezionato.

Elide Biordi

***

 

Il torneo letterario di Robinson è un'iniziativa curata da Giorgio Dell'Arti per conto di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.
L'iniziativa è riservata agli utenti maggiorenni. Per partecipare, registrati. Questo sito non usa cookies.
Dubbi, problemi: torneoletterariodirobinson@giorgiodellarti.com
Vedi anche Il Blog di Giorgio Dell'Arti su Repubblica.it