< Libri e lettori

Alba nera. Il fascismo alla conquista del potere di Antonio Carioti
Solferino

 

***
Circolo dei lettori del torneo di Robinson
di Torino 1 "Circolo dei lettori di Torino"
coordinato da Francesca Alessandria
***

 

 

Nobile ricostruzione del fascismo, dalla nascita fino alla Marcia su Roma. Il racconto si arresta alle1.15 del 30 ottobre 1922, storico momento in cui il Duce s’insedia al Quirinale, per dare spazio ad un interessante confronto con esperti del fenomeno che offrono al lettore un’attenta analisi di fatti, forse ormai noti, ma raramente analizzati oltre la ricostruzione. L’intervento di Simona Colarizi aiuta a capire il fallimento del partito socialista, la figura di Gabriele D’Annunzio, la risalita di Mussolini nel 1919, il ruolo del partito popolare, l’intervento di Vittorio Emanuele III. Alessandra Tarquini spiega il punto di vista di Benedetto Croce e di Giovanni Gentile, il rapporto con il futurismo e molte altre riflessioni acute che forniscono anche Fabio Fabbri e Marco Tarchi. Necessario leggere i testi, i discorsi e il manifesto del patito fascista per poter maturare una vera idea su quello che il fenomeno ha rappresentato, così come interessante conoscere i profili biografici di generali, squadristi e dissidenti. All’autore riconosco il merito di aver offerto al lettore l’opportunità di riflettere, non solo di essere informato.

Antonella Frontani

 

***

Il volume racconta come si giunse alla marcia su Roma, a partire dai primi passi politici del futuro Duce. Un intreccio vincente di demagogia e squadrismo.

Carioti analizza i fatti dal 23 marzo 1919 al 28 ottobre 1922, data della marcia su Roma, il racconto è avvincente e non è mai scontato. La narrazione rimanda nei punti cruciali a un’appendice documentale esaustiva e utile per immergersi completamente nell'atmosfera dell'epoca. Dopo una prima narrazione dei fatti seguono delle belle le interviste ad alcuni storici che offrono un quadro completo delle vicende storiche.

Federica Coello

***

Il libro ricostruisce i fatti dalla nascita dei Fasci di Combattimento nel 1919 da parte di Benito Mussolini fino alla Marcia su Roma dell’ottobre 1922, analizzando i fattori politici, economici e sociali che consentiranno al fascismo di sottomettere l’Italia affidandone il commento a quattro interviste con studiosi di vario orientamento. Completa il volume una raccolta di documenti dell’epoca, che restituiscono al lettore con immediatezza le passioni, le polemiche e le svolte politiche del fascismo in quegli anni drammatici. Ad intercalare gli avvenimenti reali che portarono al potere Mussolini l’autore presenta la personalità del suo leader. Il carisma e l’intuito del Duce influirono parecchio. Mussolini si dimostrò abilissimo nello sfruttare le varie situazioni: alleanze, abbandoni, alternarsi di pose intransigenti e offerte accomodanti, disorientando gli avversari. Una delle sue caratteristiche più fruttuose nella sua scalata al potere assoluto è stato l’adattamento alle diverse situazioni, cambiando atteggiamento a seconda delle convenienze. Quanto al carisma ne aveva abbastanza da convincere tutti i capi fascisti che non sarebbero andati da nessuna parte senza di lui; per certi versi è un attore, un mago che ipnotizza il pubblico.

Come già detto, il cuore della narrativa di quest’opera risiede nella ricerca e nella contestualizzazione delle ragioni che portarono così rapidamente in alto il Fascismo. Con un’abile e scorrevole narrativa, Carioti riesce a coagulare eventi, studi e fonti che spiegano il successo di Benito Mussolini e i suoi Fasci, che nel bene e nel male hanno segnato irreparabilmente la storia del nostro Paese. Ho trovato curioso il motto “Me ne frego” già detto da Gabriele D’Annunzio e ora di Mussolini divenuto poi un’insegna delle camicie nere. Lo slogan non indica indifferenza o disinteresse egoistico verso il prossimo; per D’Annunzio e i fascisti “Me ne frego” significa non m’importa delle conseguenze negative che può avere per me l’agire in piena coerenza con i miei ideali. Tanti complimenti all’autore per la ricerca delle fonti storiche, ma malgrado ciò non do il voto a questo libro perché mi ha fornito delle pure informazioni che però non mi hanno minimamente emozionato.

Gisella Marcellino

 

Il torneo letterario di Robinson è un'iniziativa curata da Giorgio Dell'Arti per conto di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.
L'iniziativa è riservata agli utenti maggiorenni. Per partecipare, registrati. Questo sito non usa cookies.
Dubbi, problemi: torneoletterariodirobinson@giorgiodellarti.com
Vedi anche Il Blog di Giorgio Dell'Arti su Repubblica.it