< Libri e lettori

Farsi spazio di Paolo Nespoli
Roi Edizioni

 

***
Circolo dei lettori di Robinson
"Biblioteca comunale di Castano Primo"
coordinato da Paola Lauritano e Maria Rosa Gambacorta

***

 

Il racconto di come il sogno di un ragazzino dal carattere ribelle e non particolarmente brillante negli studi sia arrivato "sul tetto del mondo".

Con una scrittura elegante e scorrevole ci porta, attraverso esperienze forti come la missione di pace in Libano, a vivere il suo percorso di crescita, a riflettere e ad interrogarci sulle domande che lui stesso si è posto nel tempo.

Un libro che proprio per il garbo con cui è scritto potrebbe essere d'aiuto ai ragazzi che si interrogano sul loro futuro e si apprestano a cercare la loro via.

 

Elisa Baldetti

***

Libro che si legge con piacere. Nespoli racconta il suo percorso da un paese della Brianza fino a diventare un astronauta a Houston. Si definisce un metalmeccanico dello spazio e non mistico o predicatorio. Nespoli ci ricorda che per tutto ci vuole passione e ostinazione  “per compiere imprese ritenute fuori dall’ordinario è sempre questione di preparazione e l’ottimismo non è sempre utile, anzi può costituire un ostacolo.” “Non basta solo la forza di volontà e disciplina, il caso gioca un ruolo importante.” La fortuna è “incontro fra preparazione e opportunità”. La motivazione di Nespoli? “Compiere qualcosa di importante per me e per gli altri, per la comunità. Sempre tenendo a mente che chi fa può fallire, ma chi non fa ha già fallito.” Avevo un’idea romantica delle agenzie spaziali, dal libro traspare che è un ambiente di lavoro come tanti altri con invidie, gelosie. Pensavo anche agli astronauti come esseri superiori. In queste pagine si vedono la fatica, la determinazione, la lunga preparazione. Viene descritta anche la sensazione del corpo fisico nella navicella spaziale, senza forza di gravità si ha la sensazione di essere “una pura entità disincarnata. Un’anima che vola, pura coscienza”. E’ bellissimo il messaggio: siamo tutti viaggiatori sull’imbarcazione Terra e “per ripristinare una condizione di armonia fra noi e la Natura sarà imperativo fronteggiare le conseguenze delle nostre azioni come un copro solo, globalmente.” La Terra vista dallo spazio non presenta confini.

Maria Rosa Gambacorta

***

Premetto che diffido abbastanza dei libri scritti da non scrittori, quindi ho affrontato il libro di Nespoli con una certa prevenzione. Tuttavia sono convinta della mia scelta. (Ho preferito Bomba atomica di Mercadini)

Carla Tagliabue

***

 

Il torneo letterario di Robinson è un'iniziativa curata da Giorgio Dell'Arti per conto di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.
L'iniziativa è riservata agli utenti maggiorenni. Per partecipare, registrati. Questo sito non usa cookies.
Dubbi, problemi: torneoletterariodirobinson@giorgiodellarti.com
Vedi anche Il Blog di Giorgio Dell'Arti su Repubblica.it