< Libri e lettori

Perché ci siamo salvati di Claudio e Stefano Bondì e Piperno

Marsilio

 

***
Circolo dei lettori del torneo di Robinson
di Terni Scarabeo c/o Mondadori Point
coordinato da Gianni Pozzi   
***

 

 

Il romanzo epistolare di  Claudio Bondì e Stefano Piperno, Perché ci siamo salvati, edito da Marsilio è  la storia biografica  di due cugini “di latte”, nati entrambi nel 1944, appartenenti all’ambiente ebraico romano.  Attraverso le lettere che i due si scambiano, viene ricostruito uno dei periodi più critici dell’ultimo conflitto mondiale, con una scrittura piacevole ma priva di slanci che si tiene lontana dai toni drammatici per scelta stilistica ed esistenziale. E’ un memoir che appartiene in pieno  alla tradizione ebraica che tuttavia si può apprezzare per l’accurata analisi dei  sentimenti degli uomini e delle donne che appartennero alla generazione nata durante la guerra, ostinatamente proiettati a riappropriarsi, nel più breve tempo possibile, della leggerezza e della gioia di vivere dei tempi di pace. 

Paola Maraldi

 

***

Dall’idea di Piperno e Bondì nasce un’opera degna di essere letta e consigliata. Una storia che come una carezza ti invita a seguirla, che dolcemente ti prende la mano e ti porta in un contesto storico fatto di morte, di terrore, di disprezzo per la vita altrui. Qui non si tratta di ricerca storica finalizzata a dare sostegno alla memoria storica, ma memoria storica che dalla ricostruzione della vita dei protagonisti attraverso il velo dei sentimenti ci spinge a fare ricerca storica. Ricerca storica che ognuno di noi dovrebbe fare per cercare di sollevare il lenzuolo dell’oblio che gli anni e le pratiche partitiche ha coperto la storia, Sarebbe interessante avere chiaro il ruolo della Chiesa, intesa come Vaticano, negli anni delle Legge Razziali e dopo l’8 settembre inchiodando, questa volta non alla croce, il Papa con le sue responsabilità finalmente senza esaltare le piccole figure ecclesiali che hanno dato vita ad eccezionali comportamenti per salvare centinaia di ebrei romani. Sarebbe interessante sapere con esattezza che fine abbiano fatto quelle autorità civili che hanno dapprima sostenuto le Leggi Razziali e poi collaborato con i Nazisti dopo l’armistizio. Sarebbe utile sapere quale sia stato il ruolo degli Alleati vincitori in questo rimescolamento della melma che hanno trovato al loro arrivo a Roma e nel resto d’Italia. Aldilà dello sfogo, sicuramente un libro quello di Bondì e Piperno originale, vero, scritto molto bene e soprattutto trascinante.    

Marco Dormi

 

Il torneo letterario di Robinson è un'iniziativa curata da Giorgio Dell'Arti per conto di GEDI Gruppo Editoriale S.p.A.
L'iniziativa è riservata agli utenti maggiorenni. Per partecipare, registrati. Questo sito non usa cookies.
Dubbi, problemi: torneoletterariodirobinson@giorgiodellarti.com
Vedi anche Il Blog di Giorgio Dell'Arti su Repubblica.it